Crea sito
Image 01

Archive for maggio, 2011

Twitter vuole il suo photo-sharing

martedì, maggio 31st, 2011

Twitter starebbe per lanciare un proprio servizio di condivisione di foto, mettendosi cosi’ in competizione con Flickr, Twitpic e Instagram. A dare la notizia il sito tecnologico Techcrunch, ma la novita’ sta facendo il giro del web. Il servizio potrebbe essere disponibile tramite la piattaforma web twimg.com, che Twitter ha acquistato lo scorso luglio. Gli introiti dovrebbero arrivare dall’associazione della pubblicita’ al foto-sharing.

Alla faccia della democrazia: facciamo stampa clandestina

lunedì, maggio 30th, 2011

All’inizio di maggio una sentenza della prima sezione penale della Corte di Appello di Catania ha equiparato un blog ai giornali di carta. Dunque commette il reato di stampa clandestina chiunque abbia un diario in Internet e non lo registra come testata giornalistica presso il tribunale competente, come prevede la legge sulla stampa n 47 del 1948.

La vicenda è paradossale e accade in Italia. Lo storico e giornalista siciliano Carlo Ruta aveva un blog: si chiamava Accadeinsicilia e si occupava del delicato tema della corruzione politica e mafiosa. In seguito a una denuncia del procuratore della Repubblica di Ragusa, Agostino Fera, quel blog è stato sequestrato e chiuso nel 2004 e Ruta ha subito una condanna in primo grado nel 2008. Ora la Corte di Appello di Catania, nel 2011, ritiene che quel blog andava considerato come un giornale qualsiasi – ad esempio La Repubblica, Il Corriere della Sera o Il Giornale – è dunque doveva essere registrato presso il “registro della stampa” indicando il nome del direttore responsabile e l’editore. La notizia farà discutere a lungo la blogosfera italiana: cosa succederà ora?

Massimo Mantellini se la prende con Giuseppe Giulietti e Vannino Chiti per aver presentato in Parlamento la Legge 62 sull’editoria, che è stata poi approvata, con la quale si definisce la natura di prodotto editoriale nell’epoca di Internet. Ma il vero problema, a mio avviso, è la completa o scarsa conoscenza di cosa sia la Rete da parte di grandi pezzi dello Stato, incluso la magistratura. Migliaia di burocrati gestiscono quintali di carta e non sanno quasi nulla di cosa accade in Internet e nei social network. Questa sentenza, quindi, è un regalo alla politica cialtrona che tenterà ora di far chiudere i blog scomodi. Proveranno a imbavagliarci.

In Italia ci sono oltre 50 mila blog. Soltanto BlogBabel ne monitorizza 31 mila. Nel mondo esistono almeno 30 milioni di blog e forse sono anche di più. I blog nascono come diari liberi on line, può aprirne uno chiunque. Una casalinga. Uno studente. Un professore universitario. Un operaio. Un filosofo. Chiunque. Ma adesso in Italia non è più possibile e possiamo dire che inizia il Medioevo Digitale. Nel mondo arabo i blog e i social network hanno acceso il vento della democrazia, il presidente americano Barack Obama plaude il valore di Internet e la libertà d’informazione, Wikileaks apre gli archivi segreti delle diplomazie, e noi, in Italia, in un polveroso palazzo di giustizia, celebriamo la morte dei blog. 1967863.html

Mr Facebook macellaio

sabato, maggio 28th, 2011

L’ultima delle ‘follie annuali’ di David Zuckerberg, l’inventore di Facebook, è anche la più macabra: come riporta la rivista Fortune la ‘missione’ che il miliardario 27enne si è dato per il 2011 è ‘mangiare solo carne di animali uccisi con le proprie mani’. La decisione, che ha già provocato qualche mugugno fra i fan espresso sul suo profilo Facebook, segue quella del 2009 di portare la cravatta ogni giorno e quella dell’anno seguente di imparare il cinese.

Secondo Fortune a introdurre Zuckerberg alla pratica è stata la chef Jesse Cool, che lo ha portato nel suo ranch di Palo Alto facendogli sgozzare capre, maiali e polli, pratica immediatamente descritta in un post sul suo profilo: “La mia sfida personale per quest’anno è essere grato per il cibo che mangio – spiega Zuckerberg – la gente spesso dimentica che per mangiare carne un essere vivente deve essere ucciso, quindi il mio obiettivo è non dimenticarlo”. Sempre in tema, a detta dell’inventore di Facebook, sarà la sfida dell’anno prossimo: Zuckerberg ha in mente di diventare un cacciatore

Microsoft e Facebook contro i pedofili

mercoledì, maggio 25th, 2011

Microsoft e Facebook uniscono le forze per combattere la pedofilia online. Il network di Zuckerberg ha annunciato che utilizzerà il software PhotoDna della casa di Redmond, per analizzare il suo immenso archivio di album fotografici alla ricerca di immagini di abusi e violenze sui bambini. Il programma è in grado di creare una sorta di impronta digitale di un’immagine, dopo averla virata in bianco e nero e scomposta in vari piccoli tasselli.

I “nonni” acquistano sul web

mercoledì, maggio 25th, 2011

Si accorciano sempre di piu’ le distanze tra anziani e nuove tecnologie: una ricerca interna di eBay rivela che i ‘nonni geek’ risultano essere quasi 700 mila e sono attivi sia negli acquisti che nelle vendite di tecnologia e abbigliamento. In questa speciale classifica sono gli uomini a farla da padroni (71% contro il 29% delle donne). Il primato a livello regionale spetta alla Lombardia con oltre 96 mila utenti registrati, quello delle citta’ a Roma con oltre 68 mila nonni tech.

G8, deciderà il futuro di Internet

martedì, maggio 24th, 2011

PARIGI
Tutto è pronto per l’inizio dell’eG8, il forum sulla governance di
Internet fortemente voluto dal presidente francese Nicholas Sarkozy. Molto si sa
dell’identità degli illustri ospiti che affolleranno il parterre e animeranno le
tavole rotonde; meno chiaro il discorso riguardante i contenuti: il tema della
Rete è così vasto e due giorni sono così pochi, da dare qualche verosimiglianza
alle teorie di chi vede quella di Sarkozy come un’operazione di facciata, utile
da un lato a rilanciare la sua visione di un’Internet doma e civilizzata, prona
agli interessi dei produttori di contenuti multimediali e, dall’altro ottima
come passerella a un anno dalle presidenziali d’Oltralpe.

L’intera produzione di Playboy sul web

lunedì, maggio 23rd, 2011

La piu’ celebre rivista di nudo del mondo, Playboy, riversa online la sua intera produzione, tutti i numeri usciti dal 1953 in poi: 130.000 pagine, con foto di conigliette, paginoni centrali, articoli e pubblicita’, che potranno essere visionati dagli abbonati anche sull’iPad. Il sito di Playboy da giugno, inoltre, mettera’ in rete anche video scelti e curati da una commissione, che spazieranno anche nei campi dell’arte, del design, della moda, del media e della tecnologia.

I giovani usano il pc in modo sporadico

domenica, maggio 22nd, 2011

Il 60% degli occupati italiani usa le tecnologie Itc, 73% dei docenti le utilizza in modo avanzato, il 47% di giovani usa il computer in modo sporadico e il 70% dei giovani e’ un autodidatta digitale. E’ quanto risulta dall’indagine presentata al seminario organizzato da Isfol e Assotelecomunicazioni-Asstel sul tema internet cambia il lavoro.
Il presidente Asstel Stefano Parisi ha evidenziato come sia ancora difficile introdurre in Italia il telelavoro. Frena, dice, lo Statuto dei Lavoratori.

Sony nuovo grave problema sul network Playstation

sabato, maggio 21st, 2011

Un sito di phishing per pescare dati degli utenti di Cartasi’, la societa’ italiana di carte di credito, annidato nel portale Sony Thailandia: e’ la cronaca di un’altra vulnerabilita’ dell’azienda giapponese dopo la debacle di un mese fa di Playstation Network e la violazione ai server della controllata So-Net. Ad accorgersi del sito di phishing che si e’ fatto scudo di Sony, e’ stata la F-Secure, azienda con sede a Helsinki che si occupa di sicurezza informatica a livello mondiale.

Facebook ottiene i brevetti per i tag

venerdì, maggio 20th, 2011

Facebook non si ferma veramente più e sta cercando di difendere tutte le innovazioni che ha portato sul web e nei social network. L’US Patent ad Trademark Office degli Stati Uniti ha accolto la richiesta presentata 5 anni fa dai legali del social network, assegnando ad Aaron Sitting e Scott Marlette (oltre che allo stesso Mark Zuckerberg) la paternità dei tag.

Invasa la pagina Facebook di Red Ronnie

venerdì, maggio 20th, 2011

Il video a questo link: http://www.youtube.com/watch?v=FdOIi4go1-0

Su Amazon gli e-book in testa alle vendite

venerdì, maggio 20th, 2011

Su Amazon le vendite degli e-book hanno superato la somma di quelle tascabili e rilegate. Si tratta di un sorpasso storico, che per di più si concretizza a poco meno di quattro anni dal rilascio sul mercato del primo Kindle.

“I nostri clienti adesso scelgono più libri Kindle che testi stampati. Speravamo che in giorno potesse succedere, ma non avremmo mai immaginato così velocemente – vendiamo libri da 15 anni e e-book Kindle da meno di quattro”, ha dichiarato Jeff Bezos, fondatore e AD di Amazon.com. ”Inoltre, siamo contenti della risposta che sta avendo il Kindle da 114 dollari (quello con pubblicità annessa, NdR), che è diventato il più venduto dell’intera linea”.

Dallo scorso primo aprile ogni 100 libri venduti sono stati acquistati 105 e-book. E questo mettendo nel computo anche i tascabili e i rilegati che non dispongono della versione Kindle, ed escludendo gli e-book gratuiti.

A dimostrazione che non si tratta della maturazione del solo mercato statunitense bisogna ricordare che il Kindle Store del Regno Unito vendee più e-book che libri rilegati con un rapporto di 2 a 1.

Insomma è il momento degli e-book e di Kindle. In Italia siamo pronti ad accoglierli a braccia aperte e il country manager Italia Martin Angioni pochi giorni fa ha ammesso che si può parlare di “un roll out più o meno immediato”.

Powered by AlterVista